INSTALLAZIONE SEMPLICE E VELOCE

Come installare le colonnine di ricarica e-Station

Le colonnine di ricarica e-Station sono progettate e costruite
per essere installate in sicurezza da qualsiasi elettricista.

La stazione di ricarica arriva già pronta sul luogo di installazione (le spese di spedizione sono incluse nel prezzo) e la componentistica interna è già tutta assemblata e collaudata.
Per metterla in funzione, è sufficiente collegare la colonnina all’impianto elettrico esistente (il collegamento va fatto su una morsettiera standard interna).

Gli step da seguire per una installazione a regola d’arte sono:

SCEGLI LA MODALITÀ DI INSTALLAZIONE

1.1
La prima cosa da scegliere è dove installare la colonnina e in che modo; in linea generale, andrebbero scelti i posti auto che:
– aumentano la visibilità del punto di ricarica (soprattutto se questo serve ad offrire un servizio di ricarica a clienti / visitatori);
– riducono i costi di installazione (quindi i posti auto più vicini al quadro elettrico generale / contatore, oppure quelli più facilmente raggiungibili con i cavidotti esistenti).

Non sempre questi due obiettivi vanno d’accordo (a volte i posti più facili da collegare sono quelli meno visibili del parcheggio): in questo caso è necessario scegliere un buon compromesso tra i due.

1.2
Una volta identificati i posti auto da riservare alla ricarica delle auto elettriche, è utile decidere quanti posti auto attrezzare e, in particolare:
– il numero di posti auto è dispari (1 posto, 3 posti, ecc.)?
– il numero di posti auto è pari (2 posti, 4 posti, ecc.)?

Le colonnine e-Station sono infatti ottimizzate per ognuna delle due configurazioni:
– le colonnine con 1 presa di ricarica sono la scelta migliore per attrezzare un numero di posti auto dispari;
– le colonnine con 2 prese di ricarica sono la scelta migliore per attrezzare un numero di posti auto pari.

1.3
Uno dei vantaggi più importanti delle colonnine di ricarica e-Station è che esistono tanti modi diversi di installarle: grazie a questa versatilità, è possibile trovare sempre il modo di integrare la colonnina nel contesto e ridurre i costi di installazione (in nessun caso servono fondazioni, plinti, ecc.).

Le modalità di installazione sono:

WALL-BOX
– n. 1 presa di ricarica per ogni stazione
– n. 1 stazione di ricarica per ogni posto auto
(preferibilmente in posizione centrale rispetto al posto auto)
Soluzione adatta per parcheggi con numero di posti auto pari o dispari.

PALO 1x o COLONNINA 1x
– n. 1 presa di ricarica per ogni stazione
– n. 1 stazione di ricarica per ogni posto auto
(preferibilmente in posizione centrale rispetto al posto auto)
Soluzione adatta per parcheggi con numero di posti auto dispari.

PALO 2x o COLONNINA 2x
– n. 2 prese di ricarica per ogni stazione
– n. 1 stazione di ricarica ogni due posti auto (ricarica contemporanea)
(preferibilmente in posizione centrale rispetto ai due posti)
Soluzione adatta per parcheggi con numero di posti auto pari.

GOMITO 2x
– n. 2 prese di ricarica per ogni stazione
– n. 1 stazione di ricarica ogni due posti auto (ricarica contemporanea)
(preferibilmente in posizione centrale rispetto ai due posti)
Soluzione adatta per parcheggi con numero di posti auto pari.
Ideale in presenza di muretti perimetrali bassi (80-120 cm.) o colonne/pilastri.

1.4
Quando è possibile, è preferibile utilizzare le wall-box, che presentano vantaggi in termini di flessibilità, velocità di installazione e costi bassi (sia di acquisto che di installazione). Inoltre una wall-box non ha ingombro a terra: la possibilità di urti accidentali con veicoli è quindi ridotta a zero.

Quando, in prossimità del posto auto, non c’è una parete o una struttura di appoggio disponibile per la wall-box, è necessario ricorrere al palo (dritto o a gomito), che presenta comunque indubbi vantaggi di costo e installazione rispetto alla colonnine a basamento che richiedono sempre un plinto.

PREPARATI A RICEVERE LA STAZIONE DI RICARICA

2.1
Dal momento dell’ordine, trascorrono di solito circa 10-15 giorni lavorativi per ricevere la tua stazione di ricarica.
Durante questo periodo, puoi iniziare a preparare l’installazione, ricorrendo al tuo impiantista elettrico di fiducia e alle nostre indicazioni tecniche.
Installare una colonnina di ricarica e-Station è una tipologia di attività normale a cui ogni elettricista è già abituato.

2.2
La preparazione più importante che puoi iniziare a fare è portare una linea elettrica dedicata fino al punto in cui desideri installare la stazione di ricarica. Normalmente i cavi elettrici che alimentano le colonnine di ricarica sono derivati da:

– il quadro elettrico principale dell’edificio (o un sottoquadro);
– direttamente dal contatore di prelievo dalla Rete.
L’elettricista che incaricherai sarà perfettamente in grado di definire il punto più idoneo (da un punto di vista tecnico ed economico) da cui partire e che percorsi compiere con i cavi.

Ogni linea elettrica deve essere protetta: in particolare, le linee che alimentano le colonnine di ricarica per veicoli elettrici devono essere protette con un magnetotermico differenziale 0,03A Classe A (solo per i modelli trifase: 0,03A Classe B).
La taglia della protezione deve essere scelta in base alla potenza della stazione di ricarica; ad esempio:
– stazione di ricarica da 3,7 kW (16A 230V): magnetotermico differenziale 20A 230V 0,03A, Classe A.
Comunica al tuo elettricista la potenza della colonnina e sarà perfettamente in grado di scegliere la protezione adatta.

2.3
Se hai scelto una Wall-Box, l’unica preparazione da fare riguarda la linea elettrica (punto precedente).
Se invece hai scelto un modello a palo o colonnina, puoi iniziare a preparare la posa della base di montaggio o del palo (consulta la scheda tecnica del prodotto per le modalità di installazione).

2.4
Suggerimento
:

Alcuni clienti, per sapere in modo semplice ed economico quanta energia elettrica consuma la stazione di ricarica, chiedono all’elettricista di installare un piccolo contatore di energia (conta-consumi) sulla linea elettrica che alimenta la colonnina.

In questo modo, con una piccola spesa in più, è facile tenere sotto controllo i consumi; potrebbe essere inoltre una soluzione pratica per rimborsare il costo dell’energia utilizzata per le ricariche (ad esempio in condominio o nel parcheggio aziendale).

2.5
Durante questa fase, se lo desideri, puoi tranquillamente metterci in contatto con il tuo elettricista per chiarimenti o semplicemente per essere sicuri che la preparazione e l’installazione saranno fatte per il meglio.

INSTALLA LA STAZIONE DI RICARICA

3.1
Una volta ricevuta la colonnina, se la preparazione dell’installazione è già stata ultimata (punto 2), manca veramente poco per metterla in funzione.

Le colonnine sono consegnate completamente assemblate, collaudate e pronte per essere messe in funzione:
bisogna semplicemente collegare sulla morsettiera standard interna la linea elettrica che è stata preparata per l’alimentazione della colonnina.

Una volta collegata, la stazione di ricarica si accende ed effettua i controlli di avvio (circa 20 secondi): a questo punto è subito pronta per la prima ricarica!

3.2
Se hai scelto una Wall-Box, oltre al collegamento elettrico è necessario fissarla a muro (bastano normali tasselli – ogni wall-box pesa circa 10 kg al massimo).

3.3
Se hai scelto un modello a palo o colonnina, è necessario installare il palo o la base di montaggio e successivamente montare la stazione di ricarica sul supporto (sono operazioni molto semplici e la confezione contiene i diversi kit di montaggio).

IMPORTANTE:
Il peso complessivo di una stazione di ricarica a palo o colonnina è circa 20 kg, per cui non servono mezzi di scarico / sollevamento particolari sul luogo di installazione. Basta una persona per compiere tutto il lavoro necessario.

INIZIA SUBITO A RICARICARE

4.1
Appena terminata l’installazione, si può subito iniziare la prima ricarica.

4.2
Se hai scelto un modello ad accesso libero (con funzione AUTO-Start), la procedura è:
– collega il cavo di ricarica Modo 3 prima al connettore presente sul veicolo;
– collega l’altra estremità del cavo alla presa sulla stazione di ricarica;
– la ricarica inizia automaticamente.

La ricarica ha inizio e il LED cambia colore (nel manuale di istruzioni troverai la descrizione di ogni colore). La presa viene bloccata e non si può estrarre il cavo durante la ricarica.

Quando la batteria dell’auto sarà carica, la stazione terminerà automaticamente la carica e ritornerà nello stato stand-by.
Puoi comunque decidere di interrompere in ogni momento la ricarica in corso (lo si fa dal veicolo elettrico). La presa viene liberata e puoi estrarre il cavo.

4.3
Se hai scelto un modello ad accesso riservato (con tessera RFID), la stazione di ricarica ti sarà consegnata con n. 10 di tessere RFID già attive (puoi aumentare il numero di tessere in fase d’ordine); non dovrai fare quindi nessuna configurazione, le tessere sono tutte immediatamente utilizzabili.
Ovviamente la tua stazione di ricarica funzionerà solo e soltanto con le tessere che ti sono state consegnate insieme alla stazione.
Solo la tessera che ha avviato la ricarica può interromperla.

4.4
Se hai scelto un modello ad accesso riservato (con chiave ON/OFF), la stazione di ricarica ti sarà consegnata con la sua chiave, che consente di abilitare o disabilitare la ricarica. Puoi impostare il funzionamento su ON o su OFF, dopodichè la chiave può essere estratta e la stazione di ricarica manterrà questa impostazione fino a quando non deciderai di cambiarla nuovamente con la tua chiave.

4.5
Se hai scelto un modello a pagamento (gettoni), la stazione di ricarica ti sarà consegnata con una busta contenente n. 100 gettoni, che potrai dare agli utenti finali secondo la politica che preferisci (puoi aumentare il numero di gettoni in fase d’ordine). La stazione di ricarica ha un display, con il quale potrai impostare la tariffa in base al tempo che preferisci (ad esempio: 1 gettone, 60 minuti di ricarica). La stazione di ricarica contiene un cassetto per raccogliere i gettoni, pertanto periodicamente dovrai recarti presso il punto di ricarica per svuotare il cassetto.

4.6
Se hai scelto un modello a pagamento (monete), il funzionamento è analogo al caso dei gettoni, solamente non ti saranno consegnati i gettoni perchè gli utenti utilizzeranno le monete (Euro) per pagare e attivare la ricarica (la stazione di ricarica accetta monete da 0,50€ – 1€ – 2€ e non dà resto).

4.7
Se hai scelto un modello con software di monitoraggio, la stazione di ricarica contiene un modem GSM/GPRS, con inclusa già una SIM-Card attiva per il collegamento alla Piattaforma Software Cloud. Non dovrai quindi installare alcun server e software sui tuoi PC, puoi accedere immediatamente alla Piattaforma Cloud da qualsiasi PC o dispositivo mobile connesso a Internet, con le credenziali che riceverai insieme alla stazione di ricarica. Ricorda che la stazione di ricarica deve essere sempre connessa alla Piattaforma Cloud, pertanto il luogo di installazione deve essere coperto da segnale GSM/GPRS (il 99,8% del territorio italiano è coperto da questo segnale, normalmente solo le autorimesse interrate potrebbero avere scarsa copertura); in caso di copertura scarsa o assente, contattare e-Station per definire una soluzione.

4.8
Se hai scelto un modello con pagamento con carte di credito, App e Roaming con altri operatori, vale tutto quello definito al punto precedente (la Piattaforma Cloud su cui si basa il sistema è la stessa). Maggiori dettagli sul funzionamento sono disponibili qui

Hai altre domande da farci? Contattaci