UNA SCELTA SICURA E CONSAPEVOLE

Colonnine di ricarica e-Station

TIPOLOGIE DI ACCESSO

COSA SONO LE STAZIONI DI RICARICA AD ACCESSO LIBERO?

In queste stazioni di ricarica l’avvio della ricarica avviene automaticamente appena il veicolo elettrico è collegato alla colonnina di ricarica. Per questo motivo l’utilizzo è libero (e quindi gratuito) per chiunque possa parcheggiare in prossimità della colonnina.
È una soluzione ideale per ricaricare i propri veicoli elettrici in un parcheggio privato o nei casi in cui si vuole offrire un servizio di ricarica gratuito a terzi, privilegiando quindi la semplicità di gestione e utilizzo.

COSA SONO LE STAZIONI DI RICARICA AD ACCESSO RISERVATO?

In queste stazioni di ricarica è possibile vincolare l’utilizzo con una chiave ON/OFF oppure con delle tessere RFID (senza contatto). Per questo motivo l’utilizzo è riservato ai soli utenti autorizzati ai quali è stata consegnata preventivamente la chiave o la tessera RFID.
È la soluzione ideale nel caso in cui la colonnina è installata in luogo accessibile a terzi e si vuole impedire l’utilizzo a utenti non autorizzati.

COSA SONO LE STAZIONI DI RICARICA CON SISTEMA DI PAGAMENTO?

Queste stazioni di ricarica integrano una soluzione completa di pagamento per offrire un servizio di ricarica al pubblico. Le soluzioni di pagamento disponibili sono: a monete/gettoni (senza gestione, soluzione entry level) oppure con carte di credito, App e Roaming con altri operatori (la soluzione per eccellenza per le colonnine pubbliche o semi-pubbliche).
È la soluzione ideale per chi desidera installare una o più colonnine per offrire un servizio di ricarica al pubblico a pagamento.

COSA SONO LE STAZIONI DI RICARICA CON SOFTWARE DI MONITORAGGIO?

Queste stazioni di ricarica sono dotate di hardware e software per contabilizzare tutte le ricariche eseguite da diversi veicoli elettrici e/o diversi utenti. Il software consente di avere un controllo completo del Punto di ricarica e visualizzare tutte le statistiche di utilizzo fino al dettaglio di ogni singola ricarica (data e ora di avvio, data e ora di arresto, kWh prelevati e utente).
È la soluzione ideale per i sistemi di ricarica delle flotte aziendali o per i sistemi di ricarica condivisi fra soggetti diversi (ad esempio: autorimesse condominiali).

COLLEGAMENTO CON IL VEICOLO: PRESA FISSA O CAVO INTEGRATO?

COSA VUOL DIRE PRESA DI RICARICA FISSA?

La stazione di ricarica è dotata di presa di ricarica, quindi per collegare il veicolo elettrico bisogna utilizzare un cavo di ricarica a parte (che deve essere in dotazione al veicolo).
In tutta Italia ed Europa la presa standard uguale su tutte le stazioni di ricarica è la Tipo 2. I veicoli dovranno quindi avere un cavo di ricarica a bordo per collegarsi alle colonnine. In questo modo si garantisce interoperabilità e universalità del punto di ricarica (ogni veicolo elettrico si può collegare con il giusto cavo).
In Italia – e solo in Italia – esiste anche la presa Tipo 3A, specifica per la ricarica di veicoli elettrici leggeri (scooter e quadricicli); il problema è che molti scooter e quadricicli non sono dotati di un sistema di ricarica compatibile con la Tipo 3A (questo principalmente perchè sono veicoli di importazione e all’estero la Tipo 3A non è conosciuta). Si osserva al momento in Italia una progressiva convergenza verso lo standard europeo (Tipo 2), per cui è possibile che la Tipo 3A scomparirà nei prossimi anni.

La presa di ricarica fissa Tipo 2 deve essere sempre scelta per le colonnine pubbliche o semi-pubbliche (per garantire universalità con tutti i veicoli elettrici) oppure – nel caso di colonnine private – quando si vuole essere sicuri che la stazione di ricarica possa essere utilizzata da qualsiasi veicolo elettrico, anche futuro.

COSA VUOL DIRE CAVO DI RICARICA INTEGRATO?

In queste stazioni di ricarica il cavo è già integrato e direttamente collegato alla stazione di ricarica. L’utilizzo del punto di ricarica è quindi più immediato e comodo (non bisogna estrarre il cavo dal bagagliaio ad ogni ricarica): basta prendere il connettore dalla colonnina e inserirlo nel veicolo.
I veicoli elettrici non hanno sempre lo stesso connettore sul veicolo, esistono infatti due standard: Tipo 1 (normalmente impiegato su veicoli di provenienza americana o giapponese) e Tipo 2 (normalmente impiegato su veicoli di provenienza europea).
Le stazioni di ricarica dotate di cavo integrato non sono quindi universali (gli adattatori su questi connettori sono vietati): se il cavo è Tipo 1, possono ricaricare tutti e solo i veicoli dotati di connettore Tipo 1; se il cavo è Tipo 2, possono ricaricare tutti e solo i veicoli dotati di connettore Tipo 2.

Per conoscere il connettore di ogni veicolo elettrico in commercio, consultare:

Il cavo di ricarica integrato è da preferire per ottimizzare e velocizzare le operazioni di ricarica di un veicolo elettrico o di una flotta di veicoli tutti uguali.

MODALITÀ DI INSTALLAZIONE

QUALI POSSIBILITÀ DI MONTAGGIO ESISTONO?

Le stazioni di ricarica possono essere montate a parete oppure a terra.
Le stazioni di ricarica a parete sono normalmente chiamate Wall-Box. Le stazioni di ricarica montate a terra prendono genericamente il nome di Colonnine di ricarica.
La modalità di montaggio è l’unica differenza fra una Wall-Box e una Colonnina di ricarica a terra, la dotazione hardware e software è assolutamente identica.

Le Wall-Box hanno di solito n. 1 presa di ricarica, quindi devono essere installate in numero pari al numero di posti auto che si desidera attrezzare (ad esempio: 3 posti auto, 3 Wall-Box). Alcuni modelli sono però provvisti di n. 2 prese (ad esempio: 4 posti auto, 2 Wall-Box).

Le colonnine di ricarica sono disponibili sia con n. 1 presa (Colonnine 1x), sia con n. 2 prese (Colonnine 2x). Quando ci sono due prese, possono ricaricare due veicoli elettrici contemporaneamente, quindi va prevista una Colonnina 2x ogni due posti auto.

Le Wall-Box sono ideali per i posti auto che hanno una parete frontale (le Wall-Box sono più economiche perchè hanno una struttura più semplice, evitano l’ingombro a terra quindi rimangono più protette da urti accidentali, sono più semplici e veloci da installare perchè sono sufficienti dei tasselli).

Le Colonnine di ricarica sono ideali per le installazioni a terra e sono fornite insieme alla struttura o alla base di montaggio (consultare le schede tecniche dei singoli prodotti per maggiori dettagli sulla modalità di esecuzione).

COME SI SVOLGE L’INSTALLAZIONE?

La stazione di ricarica arriva già pronta sul luogo di installazione (le spese di spedizione sono incluse nel prezzo) e la componentistica interna è già tutta assemblata e collaudata.
Per metterla in funzione, è sufficiente collegare la stazione di ricarica all’impianto elettrico esistente (il collegamento va fatto su una morsettiera standard già predisposta all’interno).
Per questo motivo, l’installazione è eseguita normalmente dall’impiantista elettrico incaricato dal Cliente, che è perfettamente in grado di provvedere alla posa della linea elettrica di alimentazione e alla posa della stazione di ricarica.
Il supporto tecnico e-Station è sempre disponibile per affiancare da remoto l’impiantista elettrico che eseguirà l’installazione (per consigli, chiarimenti o documentazione tecnica aggiuntiva).

Per maggiori dettagli sull’installazione e sulla preparazione del luogo di installazione:

POTENZA DELLA STAZIONE DI RICARICA (kW)

COSA CAMBIA AL VARIARE DELLA POTENZA?

Il tempo di ricarica del veicolo elettrico.
Una potenza più alta consente di ricaricare più velocemente la batteria, quindi rifornire un numero maggiore di chilometri a parità di tempo di ricarica.

Attenzione però: la potenza effettiva a cui avverrà la ricarica dipende sia dalla potenza della stazione di ricarica, sia dalla potenza del caricabatteria integrato interno al veicolo. In particolare, comanda la potenza più bassa fra queste due.
I veicoli in commercio hanno caricabatteria a bordo diversi (alcuni veicoli ricaricano solo monofase, altri veicoli ricaricano anche trifase – alcuni veicoli accettano massimo 16A, altri veicoli ricaricano fino a 32A).

QUALI SONO I TEMPI DI RICARICA DI UN VEICOLO ELETTRICO?

Il tempo di ricarica di un’auto elettrica dipende dalla potenza (kW) a cui avviene la ricarica; mediamente una ricarica completa richiede questi tempi:

  • 3,7 kW (16A 230V): 6-8 ore
  • 7,4 kW (32A 230V): 3-4 ore
  • 11 kW (16A 400V): 2-3 ore
  • 22 kW (32A 400V): 1-2 ore
  • maggiore di 22 kW (ricarica veloce DC): 20-30 minuti

Attenzione però: solo raramente si eseguono ricariche complete. Chi ha un’auto elettrica infatti è abituato a fare ricariche parziali (“rabbocchi”), per cui il tempo reale di occupazione della colonnina è inferiore (questo perchè chi arriva alla colonnina non ha l’auto completamente scarica e non deve ripartire completamente carico).

La potenza di ricarica (kW) non è l’unico fattore che determina i tempi di ricarica.
Gli altri due fattori sono:

  • Potenza massima accettata dal veicolo elettrico: alcuni veicoli accettano al massimo 3,7 kW, altri 7,4 kW, altri ancora arrivano a 22 kW.
  • Dimensione del pacco batteria del veicolo elettrico: i veicoli che hanno una batteria con maggiore capacità impiegano più tempo, quelli con batteria più piccola impiegano meno tempo.

Questo significa che una colonnina AC Modo 3 da 22 kW non sempre ricaricherà effettivamente a 22 kW: dipenderà infatti dal veicolo che è collegato. La colonnina ridurrà automaticamente la potenza erogata a quella massima accettata dal veicolo elettrico da ricaricare.

Hai altre domande da farci? Contattaci